Salute

È convinzione diffusa che ciò che risulta gustoso al palato non possa essere anche molto salutare. Eppure le Patate Dolci NC smentiscono questa credenza.

Tanto per cominciare le patate dolci vantano un apporto di carboidrati complessi che hanno poche calorie (circa 100 in una patate di media grandezza priva di buccia e cotta al forno), sono un’ottima fonte di fibre, grassi e priva di colesterolo e ricca di importanti vitamine. I membri della Associazione delle patate dolci del Nord Carolina schematizzano così quanto in essa contenuto:

  • Vitamina A: una patata dolce di dimensioni medie fornisce un apporto di vitamina A che corrisponde a quattro volte il fabbisogno giornaliero. La vitamina A gioca un ruolo vitale per la vista, per lo sviluppo delle ossa e per il funzionamento del sistema immunitario. La vitamina A è un grasso liposolubile, quindi accertati di mangiare la patata dolce con un poco di grasso, per esempio un po’ di burro o una spruzzata di olio d’oliva, per massimizzare l’assunzione della suddetta vitamina.
  • Vitamina C: contenuta per esempio nel limone. Le patate dolci sono un’eccellente fonte di vitamina C, che aiuta a combattere le infezioni, a guarire le ferite e ad assorbire il ferro. Una patata dolce media fornisce il 37 per cento della quantità giornaliera raccomandata di vitamina C.
    Manganese: le patate dolci sono una buona fonte di manganese, il quale aiuta a normalizzare i livelli di zuccheri nel sangue e a preservare un ottimale funzionamento tiroideo.
  • Fibre: le patate dolci sono ricche di fibre, un nutriente che appesantisce il cibo, mantenendoti sazio più a lungo. Le fibre mantengono sani gli intestini e abbassano il colesterolo. Una patata dolce media fatta al forno ha 4 grammi di fibre solo nella buccia, più di quelli contenuti in una porzione di fiocchi d’avena.*
  • Carboidrati complessi: le patate dolci sono costituite da carboidrati complessi (energia) che vengono rilasciati ad un ritmo costante per una fonte costante di vitalità, quindi non ci sono alti o bassi di zucchero di cui preoccuparsi.
  • Antiossidanti: le patate dolci sono ricche di antiossidanti rispetto ad altre verdure. Gli antiossidanti aiutano a ridurre il rischio di malattie croniche come il cancro e i problemi cardiovascolari.

*Mangiare bucce di patata dolce abbassa il tasso glicemico e fornisce preziosi nutrienti.

Per beneficiare di più benefici possibili si dovrebbe amare questo tubero fino al punto di friggerlo nella maniera più sana possibile (o cucinarlo in purè o come crocchette) concentrandosi sul consumo esclusivo della patata dolce. Siccome ci interessiamo esclusivamente ai super food, abbiamo sviluppato una pastella senza glutine, a base di riso, che serve a migliorare la croccantezza senza nulla togliere al profilo nutrizionale stellare o al sapore della patata dolce.